San Severo – ancora un rinvenimento di telefonini in carcere

Un’operazione della Polizia penitenziaria, all’interno della Casa circondariale di San Severo, ha permesso il ritrovamento di due microtelefonini completi di caricabatterie. A dare la notizia è il segretario regionale CGIL, Gennaro Ricci, che esalta “la capacità operativa della Polizia penitenziaria sanseverese“. Il rinvenimento è avvenuto all’interno della cella di un detenuto di origini baresi. Gli apparecchi sono stati sequestrati ed è congiuntamente scattata la denuncia, ai sensi dell’articolo 391 ter del codice penale (accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti).
“Questa operazione – ha concluso Ricci – fa parte di una serie di importanti attività che il personale di polizia penitenziaria del carcere di San Severo sta effettuando da tempo per arginare l’introduzione nel carcere di strumenti e sostanze illeciti. La polizia penitenziaria di San Severo ancora una volta si distingue per le elevate doti professionali e per il non comune intuito investigativo”.

About the author